Il potere della stampa per i nativi digitali

Addressvitt_Il potere della stampa per i nativi digitali

Ormai molti marchi che hanno i nativi digitali come target principale se non unico lanciano progetti di marketing esclusivamente basati sulla comunicazione online, utilizzando cioè solo social media, video, e-mail marketing. L’idea di fondo è che, in quanto nativi digitali, i giovani apprezzino solo contenuti e media digitali. Tuttavia non è così e anzi le strategie di marketing possono far leva sulla stampa anche nei confronti dei Millenial, come alcuni progetti di comunicazione di successo stanno dimostrando in modo efficace.

Per esempio negli Stati Uniti, ModCloth, il marchio di abbigliamento femminile di proprietà di Walmart, ha lanciato una campagna di marketing che affiancava un “Magalog” ai contenuti veicolati sui principali canali digitali. Un “Magalog” altro non è che un magazine + catalogo, è stampato e soprattutto è quanto di più vecchio stile si possa immaginare. Eppure ha avuto successo su un pubblico di nativi digitali come quello di ModCloth. Il motivo? Il potere che la stampa esercita sui nativi digitali: nonostante la continua e rapida evoluzione dei contenuti e dei media digitali, la stampa sembra essere l’unico media che continua a soddisfare qualcosa di naturale e innato nella psiche umana.

Numerose indagini di mercato dimostrano infatti come anche per i Millenial, quando si tratta di leggere per studio, apprendimento o svago, la preferenza vada ai supporti stampati rispetto a quelli digital. Anzi, i nativi digitali apprezzano l’esperienza tattile della lettura di un prodotto stampato al punto che sono disposti a pagare per averlo anche quando potrebbero trovarlo gratuitamente online. È appunto la spiegazione del successo dei Magalog e di tutte quelle campagne di marketing che per l’acquisizione e il coinvolgimento dei clienti fanno ricorso a prodotti stampati come cartoline, coupon, cataloghi e magazine.

Nonostante l’opinione diffusa il digitale e il supporto fisico possono andare di pari passo, e anzi più gli schermi digitali diventano l’interfaccia della vita quotidiana delle persone, più queste cercheranno oggetti ed esperienze fisiche. Per questo motivo la stampa continuerà ad avere un ruolo importante nel marketing per le generazioni a venire.

Share:

Altre risorse

Data Intelligence

Addressvitt e Callcredit Information Group (TransUnion): accordo per l'uso di CAMEO nel mercato italiano

Il 20 settembre 2017 Addressvitt ha annunciato l’accordo con Callcredit Information Group (ora TransUnion) grazie al quale utilizzerà il sistema di segmentazione… Scopri di più

Direct Marketing

Cold e-mail: cosa sono e perché non sono Spam

Per molti il Cold Emailing è morto, soffocato dallo Spam, e non è più uno strumento efficace per l'outboud marketing. Eppure non… Scopri di più